L’iniziativa culturale per il centenario di Norma Parenti in onda su RAI TRE

Su Rai3 il servizio della TGR Rai Toscana realizzato sul fine settimana di Maremma Incontra dedicato al centenario della nascita di Norma Parenti, una delle diciannove donne italiane medaglia d’oro al valor militare.
Una iniziativa arricchita da mostre e convegni patrocinata dal Comitato Provinciale “Norma Parenti” Anpi Grosseto ed Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, in collaborazione con l’ISGREC e l’organizzazione di volontariato Working Class Hero, nelle giornate del 17, 18 e 19 settembre presso il complesso medievale del Cassero Senese (Grosseto).

Su Toscana TV l’inaugurazione della tre giorni dedicata a Norma Parenti

Il servizio di Carlo Sestini con le interviste a Luciano G. Calì, presidente del Comitato Provinciale ANPI di Grosseto, e Ilaria Cansella, direttrice dell’ISGREC, andato in onda nel Tg di Toscana TV per documentare l’edizione speciale della tre giorni al Cassero Senese di Grosseto per il centenario della nascita di Norma Parenti.

Al Cassero Senese di Grosseto un intero fine settimana con “Maremma Incontra”, edizione speciale per il centenario della nascita di Norma Parenti

Una iniziativa patrocinata da ANPI Provinciale ed ANPI Nazionale nelle giornate del 17, 18 e 19 settembre nel complesso medievale del capoluogo di provincia

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Speciale "Centenario Norma Parenti", Cassero Senese, Grosseto VENERDÌ 17, SABATO 18, DOMENICA 19 SETTEMBRE 2021 PIANO TERRA, mostra ISGREC su Norma Parenti, PIANO PRIMO, mostra dedicata donne martire maremmana Venerdì apartire.dalle Storia di'una banda partigiana, (PIANO PRIMO Medaglia d'oro al valor militare Sabato18, partire dalle ore 18:00 (PIANO PRIMO SALA CONFERENZE): Norma Parenti- Testimonianze memorie, dialogo con autrici A:R. Tiezzi A. Cocolli dall'ISGREC Domenica 19, partire dalle ore 17:30 (PIANO PRIMO SALA CONFERENZE): Resistenza nell'Alta con l'autore Pier Nello Martelli INGRESSO GRATUITO CON 'GREEN PASS" INIZIATIVEIN CONFORMITÀ CON DISPOSIZIONI LEGGE COMITATO PROVINCIALE NORMA PARENTI LEMURA Class Hero Working ISGREC"

Il taglio del nastro, come preannunciato durante la conferenza stampa di mercoledì primo settembre avvenuta presso la sala del consiglio comunale di Grosseto in compagnia del senatore Gianfranco Pagliarulo, Presidente Nazionale ANPI, avverrà alle ore 17:30 di venerdì 17 settembre alla presenza dell’on. Claudio Maderloni, Responsabile ANPI per l’Italia centrale e componente della Segreteria Nazionale, insieme agli organizzatori ed alle autorità civili del capoluogo maremmano.
«In continuità con quanto dichiarato ad inizio mese agli organi di informazione – ricorda Luciano G. Calì, presidente del Comitato Provinciale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italiain questo duemilaventuno, nonostante le ben note difficoltà legate alla pandemia, abbiamo immaginato e messo in campo diverse proposte di carattere sociale e culturale, a partire dalle iniziative dedicate al centenario della nascita di Norma Parenti, figura altamente simbolica della Guerra di Liberazione in Maremma, nonché una delle diciannove donne, in tutta Italia, ad essere stata insignita della medaglia d’oro al valor militare».
La tre giorni che si terrà a Grosseto presso la struttura medievale del Cassero Senese a partire da venerdì 17 settembre, ospiterà la tappa grossetana della mostra nazionale sulle summenzionate diciannove figure femminili, vere e proprie madri della patria, protagoniste della Resistenza e della Liberazione. Insieme alla mostra dedicata alle 19 medaglie d’oro saranno esposti per la prima volta a Grosseto quattro pannelli appositamente realizzati, grazie alla preziosa consulenza storica dell’ISGREC, per la mostra dedicata alla partigiana Norma Parenti, pannelli espressamente concessi per l’occasione dalla Giunta Comunale della Città di Massa Marittima. L’iniziativa, che attraverso la rassegna “Maremma Incontra” è inserita all’interno dell’ampio quadro di un lavoro culturale di bianciardiana memoria, vedrà inoltre lo svolgimento di un convegno su Norma Parenti, curato da Anna Rita Tiezzi ed Antonella Cocolli coautrici della biografia sulla partigiana massetana, la presentazione del libro edito dal Consiglio Regionale della Toscana “La Resistenza nell’Alta Maremma“, in compagnia dell’autore Pier Nello Martelli, e la proiezione al pubblico durante la prima giornata del documentario “Storia di una banda partigiana – La vita quotidiana nella banda Camicia rossa“, realizzato e concesso dall’Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea.
«E’ davvero con grande piacere che il Comitato Provinciale “Norma Parenti”, con un’ampia e corale partecipazione delle Sezioni attive sul territorio – conclude il Presidente dell’ANPI – porta gratuitamente all’attenzione delle cittadine e dei cittadini tematiche legate ai valori della Resistenza ed ai principi di democrazia e di libertà contenuti nella Carta Costituzionale. Invitiamo dunque le cittadine ed i cittadini maremmani, ed ovviamente anche i tanti turisti che come ogni anno in questo periodo hanno la possibilità di apprezzare l’ospitalità di questa meravigliosa terra “aperta ai venti e ai forestieri”, a visitare la mostra dedicata a Norma Parenti ed alle altre medaglie d’oro al valor militare per scoprire o per riscoprire nuovamente il profondo legame che la Maremma, attraverso i suoi figli ed in particolare le figlie, ha non solo con la storia ma anche, soprattutto, con la difesa della patria ed il riscatto morale di un popolo oppresso dalla dittatura, dagli stenti e dalla guerra».
Tutte le iniziative, gratuite e aperte al pubblico ed accessibili mediante presentazione e validazione del “Green Pass“, saranno realizzate grazie ai patrocini ed alla collaborazione della Provincia di Grosseto, dei Comuni di Grosseto e Massa Marittima, dell’Istituzione Le Mura, dell’ISGREC e della organizzazione di volontariato Working Class Hero.
Le mostre e le conferenze proseguiranno nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 settembre, dalle 17:30 alle 22:30.

Festa nazionale CasaPound a Grosseto – No ai fascismi in Maremma

Presso la Sala consiliare del Comune di Grosseto si è tenuta la Conferenza stampa dell’ANPI sulla “festa” nazionale di CasaPound che si svolgerà nei prossimi giorni in città e che prevede nel programma anche la presenza parlamentari della Lega e di Fratelli d’Italia. “CasaPound è un’associazione fascista” – ha dichiarato all’inizio del suo intervento il Presidente nazionale ANPI Gianfranco Pagliarulo – “Lo dicono loro stessi. E lo fanno. Vari episodi, varie loro iniziative di natura squadristica e apologetica del regime – ha proseguito – sono lì ad attestarlo. L’ANPI da tempo chiede lo scioglimento di queste organizzazioni”.
In un altro passaggio sempre Pagliarulo ha sottolineato l’ambiguità della Lega nel suo rapporto col fascismo: “Salvini dice nessuna nostalgia per il fascismo, ma non è vero, i fatti lo smentiscono. Parlamentari del suo partito parteciperanno alla festa di Casapound, è poi emblematico il caso Durigon, ma sono diversi le occasioni in cui leghisti sostengono apertamente la memoria e le manifestazioni neofasciste”.

Dal canto suo, il Presidente dell’ANPI provinciale di Grosseto, Luciano G. Calì, nel sottolineare l’importanza dell’assunzione di provvedimenti seri contro le associazioni che si richiamano al fascismo, ha annunciato che l’ANPI darà vita nel territorio maremmano ad un intenso lavoro culturale di contrasto ai neofascismi a partire dalle iniziative in onore del centenario della nascita della partigiana e Medaglia d’oro al valor militare Norma Parenti: “L’odierna conferenza stampa, organizzata in stretta collaborazione con ANPI Nazionale insieme a tutte le sezioni della provincia di Grosseto, segna in modo tangibile una nuova fase dell’antifascismo maremmano. Sarà portata avanti attraverso un pieno coinvolgimento delle cittadine e dei cittadini nel percorso di riscoperta delle grandi figure legate alla Resistenza ed al territorio grossetano come Norma Parenti, medaglia d’oro al valor militare, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita ed alla quale è dedicato il comitato provinciale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. Per quei giovani che come Norma hanno versato il proprio sangue per donare a noi tutti libertà e democrazia – ha chiosato Luciano G. Calì – l’ANPI ha il dovere di chiedere alle istituzioni repubblicane di agire con fermezza verso organizzazioni dichiaratamente fasciste che con la loro presenza feriscono, ancora una volta, l’intera comunità maremmana”.

Posizione condivisa anche dal Presidente nazionale: “Occorre una controffensiva delle Istituzioni e nelle Istituzioni” – ha concluso Pagliarulo – “Occorre un loro impegno permanente non accidentale. Spesso infatti le Istituzioni agiscono solo dopo l’impulso dell’associazionismo democratico, e in particolare dell’ANPI. Si mettano fuori legge i fascisti una volta per tutte”

https://www.anpi.it/articoli/2564/pagliarulo-tanti-leghisti-hanno-nostalgia-del-fascismo-checche-ne-dica-salvini