Per Norma Parenti visitatori giunti da ogni parte della Toscana e del Lazio

Per l’ANPI si apre adesso la fase congressuale nazionale

Centinaia di persone hanno approfittato del lungo fine settimana per visitare nel capoluogo maremmano l’evento patrocinato dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e dal Comitato Provinciale di Grosseto, la tre giorni della kermesse “Maremma Incontra” edizione speciale per il centenario di Norma Parenti.


Al Cassero Senese, presso le casette cinquecentesche, sono stati infatti esposti a Grosseto quattro pannelli appositamente realizzati sulla partigiana massetana grazie alla preziosa consulenza storica dell’ISGREC, pannelli espressamente concessi per l’occasione dalla giunta comunale della città di Massa Marittima.
Di assoluto rilievo i patrocini della Provincia e del Comune di Grosseto e dell’Istituzione Le Mura, con la presenza nel giorno dell’inaugurazione e del taglio del nastro del prefetto Paola Berardino, del sindaco Vivarelli Colonna, del colonnello Adinolfi dell’Arma dei Carabinieri insieme agli organizzatori e partner dell’evento, l’on. Claudio Maderloni della segreteria nazionale ANPI, Lio Scheggi presidente della ISGREC e Daniela Castiglione segretario generale dell’organizzazione di volontariato Working Class Hero.
Davvero ragguardevole la partecipazione del pubblico alla tappa grossetana della mostra nazionale sulle diciannove donne, medaglie d’oro al valor militare, protagoniste della Resistenza e della Liberazione: «Grazie anche al grande risalto mediatico assicurato dalla sensibile copertura dell’evento da parte degli operatori della comunicazione – interviene Luciano G. Calì, presidente del Comitato Provinciale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italiadurante la tre giorni abbiamo avuto un afflusso costante e disciplinato di centinaia di visitatori, tutti con green pass, provenienti persino da fuori provincia. La partecipazione ai convegni ed alle iniziative collaterali, come per il documentario “Storia di una banda partigiana” ed i dibattiti sul libro “La Resistenza nell’Alta Maremma” in compagnia dell’autore Pier Nello Martelli e sulla biografia “Norma Parenti” con le coautrici Anna Rita Tiezzi ed Antonella Cocolli, hanno inoltre offerto interessanti approfondimenti sulla Resistenza in Maremma e nuovi spunti di riflessione». Archiviato il successo dell’importante iniziativa che il Comitato Provinciale ANPI ha voluto inserire all’interno del più ampio quadro del necessario “lavoro culturale” dedicato al maremmano Luciano Bianciardi, per l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia si apre adesso la fase che la porterà al 17° Congresso nazionale, una grande assise che si terrà in Emilia Romagna dal 24 al 27 febbraio 2022 e che vedrà la partecipazione di quasi 400 delegati provenienti da tutta Italia.
«Naturalmente la plenaria – spiega il presidente provinciale dell’ANPI – sarà preceduta dai congressi provinciali e da quelli di sezione che in Maremma prenderanno il via questo fine settimana, sabato 25 e domenica 26 settembre, simbolicamente con la Sezione di Roccastrada per la quale pochi giorni fa l’intera Giunta comunale ha presentato richiesta di tesseramento. Domenica seguirà poi la Sezione di Monterondo Marittimo, territorio al cui interno oggi ricade il luogo di nascita della medaglia d’oro Norma Parenti».
Grazie alle oltre 100 assemblee precongressuali ed ai congressi locali sarà garantito un approfondimento ed un confronto proficuo allargato al contributo di istituzioni, associazioni e personalità della società civile.