Si trasmette la nota del Presidente Agresti Flavio, relativa alla Festa dell’ ANPI che si terra a Santa Fiora a fine Agosto e che anticipa il calendario delle iniziative.

COMITATO PROVINCIALE “Norma Parenti” GROSSETO

Alle sezioni Anpi della Provincia;
Ai membri degli organismi dirigenti provinciali dell’Anpi.
LORO SEDE

Oggetto: festa dell’Anpi a Santa Fiora.

Carissime/i,
vi confermiamo che, grazie all’encomiabile impegno delle sezioni del Monte Amiata, nei giorni 30 e 31 agosto e 1 settembre prossimi si svolgerà, presso la Peschiera di Santa Fiora, la prima festa dell’Anpi in provincia di Grosseto. Questo il programma, molto ricco di importanti iniziative:

Venerdì 30 agosto, ore 18, in piazza Garibaldi – Iniziativa politica con Fabrizio De Santis, membro del Comitato Nazionale, presidente Anpi di Roma. Saluto del sindaco di Santa Fiora.
Ore 19 e 30 la peschiera – apertura mostra di manifesti e fotografie a cura delle sezioni Anpi.
Ore 20 – porta Party.
Ore 21 e 15 – Musiche, canti e parole resistenti con il Trio Incognito.

Sabato 31 la peschiera:
Ore 16 – “Diversamente uguali” a cura del Laboratorio per bambini con Linda e Giulia.
Ore 18 – Giuliana Sgrena, giornalista de “il manifesto” presenta il suo libro sul padre partigiano e il libro di altro autore sui suoi genitori entrambi partigiani.
Ore 19 e 45 – Aperitivo resistente (su prenotazione).
Ore 21 e 15 – Musiche e canti con la “Banda Armata Maremmana”.

Domenica 1 settembre la peschiera:
Ore 10 – Incontro con Luciana Rocchi dell’Isgrec, che parlerà su: “Donne e Resistenza. Vanda Parracciani: esempio di impegno civile che continua nel dopoguerra”.
Ore 13 . Pastasciutta Antifascista (su prenotazione).

Già vi abbiamo comunicato che le sezioni che lo desiderano potranno disporre di uno spazio da gestire autonomamente con propri materiali e quanto altro giudichino utile al fine di rappresentare le rispettive realtà. L’importante è che le modalità della loro presenza vengano comunicate in tempo a Flavio Agresti: tel. 3288073459.
Il villaggio della festa sarà adeguatamente addobbato con bandiere Anpi, vecchi manifesti e cartellonistica sui problemi attuali, per renderlo vivace e comunicativo al massimo delle nostre possibilità. I patrocini confermati sono molti e importanti, a cominciare da quelli dei Comuni della montagna, delle organizzazioni sindacali confederali, dell’Isgrec, dell’Arci, di Festival Resistente. Un contributo importante è venuto dalla Fondazione S. Fiora Cultura, da Unicoop Amiatina, dalla gestione Parco Peschiera. Con l’effettiva e convinta attivazione di tutte le strutture dell’Anpi della provincia ci sono, insomma, tutte le condizioni per fare una bella cosa.
Ciò che chiediamo al gruppo dirigente dell’Associazione e delle nostre sezioni è di mettere subito in campo ogni energia per promuovere la massima partecipazione di scritti e antifascisti e democratici in genere, specialmente di giovani, alle manifestazioni politiche e a quelle divertenti previste. Particolarmente richiamiamo la vostra attenzione sull’apertura della festa in piazza Garibaldi con Fabrizio De Santis, alla quale fin da ora convochiamo il Comitato provinciale; sulla presentazione dei due libri da parte di Giuliana Sgrena, e sulla “pastasciutta antifascista”, che gusteremo dopo la conferenza di Luciana Rocchi, a chiusura della festa medesima.
Per la migliore riuscita della “pastasciutta antifascista” occorre un impegno straordinario da parte di tutti noi, sezioni in primis, per garantirci la partecipazione del maggior numero di persone: per il messaggio politico che con essa intendiamo inviare alla Comunità, più che per motivi finanziari, comunque presenti. Infatti, con questa iniziativa, come accade in tanti luoghi, dalle Alpi alla Sicilia, sempre per volontà dell’Anpi, replichiamo quanto fece la famiglia Cervi alla caduta del fascismo, offrendo appunto la pastasciutta a tutto il paese di Campegine per festeggiare l’avvenimento. Non vogliamo mettere limiti, ma almeno 100-150 commensali dobbiamo metterli attorno al tavolo. Perciò, tutte le sezioni sono invitate ad occuparsi da domani della questione, sollecitando e accogliendo le prenotazioni, il cui numero andrà comunicato, sempre a Flavio Agresti, entro il 30 agosto. La quota di partecipazione (10 euro a testa) dovrà essere versata al momento in cui avviene la prenotazione.
Appena pronti, la locandina e i volantini ve li trasmetteremo via e-emeil: a voi il compito di stamparli e diffonderli.
Sappiamo di chiedervi tanto, ma “se non ora, quando?” Soprattutto nei momenti politici impegnativi come l’attuale, denso di rischi per il regime democratico, costato lacrime e sangue, anche all’Anpi fà capo la responsabilità di suscitare, e far pesare concretamente, la mobilitazione popolare più forte e determinata in difesa e per lo sviluppo delle libertà sancite dalla Costituzione Repubblicana. Anche con feste come questa che abbiamo deciso di organizzare in montagna. Quindi, diamoci da fare e… TUTTI A SANTA FIORA!
Cordialmente,

Flavio Agresti.

Li 16 agosto 2018.

Annunci