PROGRAMMA DELLO SPAZIO ANPI

COMITATO PROVINCIALE NORMA PARENTI

Al referendum costituzionale
VOTIAMO NO
per contare di più
è una questione di democrazia!
L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia partecipa alla Festa Democratica con tutta l’autonomia delle proprie posizioni grazie ad un accordo con gli organizzatori volto a trovare un terreno di confronto.
Tutta la discussione della cosiddetta “riforma” costituzionale (ddl Boschi-Renzi) avrebbe dovuto avvenire sulla base di una dibattito costituente di massa, il quale avrebbe dovuto coinvolgere tutti i cittadini e le loro organizzazioni democratiche come avvenne 70 anni fa alla Costituente, e non a colpi di maggioranza in un parlamento eletto con un legge dichiarata non costituzionale dalla suprema Corte.
Il programma che segue dimostrerà – illustrando sera per sera tutti gli ambiti della discussione – come:
NON È VERO che il ddl Boschi-Renzi produce un paese più semplice, anzi il processo legislativo diventa più complicato, da due i percorsi dell’approvazione delle leggi diventano ben sette;
NON È VERO che il ddl Boschi-Renzi produce una riduzione dei costi della politica perché la macchina burocratica del senato rimane intatta (solo 45 ml di euro in meno secondo la Corte dei Conti), era meglio abolire il senato invece che ridurlo ad un ibrido impotente o meglio ancora ridurre gli stipendi dei parlamentari;
NON È VERO che il ddl Boschi-Renzi produce migliori rapporti tra governo e regioni, ci sono ben 15 materie concorrenti, che provocheranno un contenzioso enorme in fase attuativa, a meno di leggere il ddl nel senso che tutti i discorsi di autonomia degli enti locali finiscono sempre per dare l’ultima parola al governo centrale;
NON È VERO che il ddl Boschi-Renzi non tocca i principi della Costituzione, non si tratta di una “revisione” della Carta (come previsto dalla Costituzione stessa) per migliorarla, ma di una “riforma” per stravolgerla, sono stati riscritti 54 articoli su 139, un’ articolato che svuota anche i principi generali.
Per questo sosteniamo insieme a tutte le organizzazioni coinvolte in questo programma che è una questione democratica e che occorre votare NO al referendum.
Il problema della nostra Costituzione è applicarla, non stravolgerla !
Ritorniamo al progetto della Costituzione di una società più giusta, antifascista e democratica !
Difendiamo la Costituzione nata dalla lotta partigiana e dalla Resistenza ! ORA E SEMPRE RESISTENZA !

PROGRAMMA DELLO SPAZIO ANPI
Lunedì 5 settembre Ore 19 apertura dello stand: volantini, manifesti, video proiezioni
Ore 21 inaugurazione delle stand: “L’ANPI risponde alle domande per il No la referendum costituzionale”
Flavio Fusi, rispondono Silvano Brandi, Giuseppe Corlito , Franco Fanelli
Martedì 6 settembre Ore 19 apertura dello stand
Ore 19.30 “Letteratura, Resistenza e Costituzione” Stefano Adami e Lucia Matergi
Mercoledì 7 settembre Ore 19 apertura dello stand
Ore 21 spazio dibattiti Confronto ANPI / PD Le ragioni del No saranno sostenute da Ubaldo Nannucci, coordinatore regionale dell’ANPI, già procuratore della Repubblica di Firenze
Giovedì 8 settembre Ore 19 apertura dello stand
Ore 19 “A scuola di Costituzione” Rete degli studenti medi di Grosseto, Cristina Citerni, Giuseppe Corlito
Venerdì 9 settembre Ore 18.30 apertura dello stand
Ore 19.30 “L’antifascismo nel consiglio comunale di Grosseto” Carlo De Martis, Marco Di Giacopo, Cristina Citerni
Sabato 10 settembre Ore 19 apertura dello stand
Ore 20.30 “Sindacato, antifascismo, Costituzione” Maurizio Brotini, Anna Pizzetti
Domenica 11 settembre Ore 18 apertura dello stand
Ore 18 l’esperienza del comitato per No di Gavorrano-Scarlino
Lunedì 12 settembre Ore 18.30 apertura dello stand
Ore 18.30 “La memoria attiva della Resistenza” il partigiano Aroldo Colombini, Nadia Pagni e Katia Taddei
Martedì 13 settembre Ore 18 apertura dello stand: volantini, manifesti, video proiezioni (Film)
A seguire “Legalità, Costituzione, Antimafia” Roberta Giorgi di Libera, Francesca Lanza della Rete

Annunci