Oggi, a Maiano Lavacchio…………………

Isgrec Istituto Storico

Oggi, a Maiano Lavacchio, inaugurazione della targa che rinvia grazie al codice qr al sito http://www.cantieridellamemoria.it.Il progetto ha coinvolto i Comuni di Grosseto e Magliano in Toscana per il luogo dove si ricorda la strage dei martiri d’Istia. Doppia cerimonia, quella di stamani, perché analoga targa è stata posta alla chiesa di Istia, dove i corpi dei ragazzi furono trasportati, per il sentiero che la FIAB Grosseto ciclabile ha percorso, nella parte accessibile a tante biciclette, in occasione del suo raduno nazionale. C’erano ciclisti venuti da tutta Italia. hanno ascoltato con commozione il racconto di Alessandro Andrei, il 22 marzo 1944 testimone oculare, a quattro anni. Ha mostrato a tutti il luogo dove li vide dopo la fucilazione, stesi in terra, senza scarpe. Fabio Masotti, ex Direttore dell’Istituto storico della Resistenza senese, ha richiamato la comunanza del macabro dettaglio “Anche a Montemaggio prima di fucilarli, i nazifascisti imposero ai ragazzi di togliersi le scarpe”. Poi tutti sono entrati nella cappella. Grande commozione per tutti. Aveva manifestato emozione, nel suo discorso di fronte alla targa e alla scuola, anche la rappresentante del Comune di Grosseto, la consigliera Veltroni, alla prima uscita con fascia tricolore. Era presente ed è intervenuto richiamando i valori della pace e della non violenza il Sindaco del Comune di Magliano Cinelli, accompagnato dalla vicesindaco Pastorelli . Tra le associazioni che hanno lavorato al progetto erano rappresentate l’ ISGREC (Luciana Rocchi e Barbara Solari), ANPI e Festival Resistente Arci (Adriana Andreini e Carlo De Martis, da pochi giorni anche consigliere comunale a Grosseto). Sono stati da loro spiegati i caratteri originali del progetto, il suo significato, le potenzialità di un progetto che nelle pietre (la fisicità dei monumenti) cerca i simboli utili a suscitare il desiderio di andare a leggere le storie (nel digitale).

Annunci