Campanili Roccalbegna

Associazione Pro Loco Roccalbegna

L’11 giugno 1944, ovvero 72 anni fa, a Roccalbegna, ci fu uno dei più violenti eccidi dell’occupazione nazifascista in Toscana.
L’esercito tedesco, in veloce ritirata da Roma all’appennino tosco-emiliano, occupò per 24 ore circa l’abitato del nostro paese che in quei giorni, come tutta la zona maremmana, era oggetto di tensioni forti tra gruppi di repubblichini allo sbando e brigate partigiane che avevano voglia e fretta di uscire allo scoperto per festeggiare una liberazione imminente.
L’11 giugno furono uccisi 6 rocchigiani (a cui va aggiunto un settimo compaesano ferito qualche giorno prima da un gruppo di fascisti): Imolo Bindi, Roberto Bizzarri, Ariberto Margiacchi, Santi Lazzerini, Pio Pierini, Livio Polemi e Paolino Pollini.
In piazza Marconi, sulla facciata del comune, c’è una lapide che ci ricorda sempre che non bisogna dimenticare.

Annunci