Massa Marittima ricorda gli 83 minatori di Niccioleta, a 71 anni dalla strage

A 71 anni dalla strage di Niccioleta, che costò la vita a 83 minatori, il Comune di Massa Marittima organizza il 13 e il 14 giugno, una solenne manifestazione.

Nella notte tra il 12 e il 13 giugno 1944 un battaglione di SS italiane e tedesche circondò il villaggio di Niccioleta, dove abitavano molti operai delle miniere, che nei giorni precedenti era stato occupato per breve tempo da un gruppo di partigiani. Alle prime luci del mattino del 13 furono catturate circa 150 persone. Una parte degli arrestati fu rilasciata, 6 minatori vennero immediatamente fucilati nella sala del Dopolavoro, 77 furono uccisi nel tardo pomeriggio del 14 a Castelnuovo Val di Cecina, dove erano stati trasportati.

niccioleta 2015

Si inizia sabato 13 giugno, alle 9, con la partenza da piazza XXIV Maggio di un pullman diretto a Niccioleta. Alle 9.30, dopo  l’arrivo sul luogo della strage, è in programma la celebrazione della Messa.

Alle 10.30  saluti del sindaco  Marcello Giuntini, del presidente dell’ANPI provinciale di Grosseto Nello Bracalari, e di Claudio Renzetti, delegato CGIL. Sarà presente anche l’onorevole Silvia Vwlo.

Alle 12.30 deposizione della corona al cippo della memoria per i martiri di Niccioleta.

Alle 13, al centro sociale, pranzo su prenotazione (cooperativa Insieme 335/6627942 o CGIL 347/3071061).

Alle 15 esibizione del Coro dei minatori di Santa Fiora e della banda Città di Massa Marittima.

Domenica 14 giugno, alle 15, partenza da piazza XXIV Maggio per Castelnuovo Val di Cecina, arrivo alle 16 e ritrovo ai giardini pubblici.

Sulla strage di Niccioleta 

Annunci