Una lapide per la strage del ’44. Accolta la richiesta dell’Anpi. Le sei vittime dei nazisti del 15 giugno di 69 anni fa saranno ricordate a Porta Vecchia

porta vecchia
Elvio Palazzoli, Renato Ginanneschi, Paolo Santucci e Luigi Falciani di Grosseto, insieme ad Agostino Sergenti di Sinalunga e a Giuseppe Cennini di Pomarance. Sessantanove anni fa furono uccisi dai soldati tedeschi nei giorni della Liberazione di Grosseto dal nazifascismo e presto i loro nomi oltre che nelle fonti memorialistiche e storiche saranno ricordati con una targa commemorativa a Porta Vecchia. La lapide troverà posto sulla parete di fronte a quella che ricorda la difesa eroica della nostra città dall’assedio di Ludovico Il Bavaro nel 1328. Il Comune ha accolto nei giorni scorsi la richiesta della sezione Anpi di Grosseto, intitolata proprio a Elvio Palazzoli, uno dei partigiani uccisi il 15 giugno 1944. Il giovane Elvio, come ricorda una fonte preziosa, il libro “Si va pel mondo” del partigiano e dirigente comunista Aristeo Banchi detto Ganna, fu il primo dei sei compagni a essere catturato dai tedeschi, per poi essere ucciso e gettato dalle Mura. A confermare la notizia del via libera alla lapide commemorativa il presidente dell’Anpi di Grosseto, Giuseppe Corlito. «Le autorizzazioni – spiega – sono arrivate ma per dare il giusto rilievo alla cerimonia abbiamo deciso che la targa sarà collocata a Porta Vecchia in occasione del 70º anniversario della strage che ricorre il prossimo anno».

http://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2013/06/15/news/una-lapide-per-la-strage-del-44-accolta-la-richiesta-dell-anpi-1.7257907

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...