Liberazione di Grosseto

Comunicato stampa

Quest’anno l’Amministrazione Comunale ha fatto propria la proposta della sezione di Grosseto dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di celebrare l’anniversario della Liberazione della nostra città dalla dittatura nazi-fascista, che risale al 16 giugno 1944. In realtà il 15 giugno alcune formazioni della Brigata Garibaldina “Spartaco Lavagnini”, scese dalle montagne interne della Provincia, entrarono in città liberandola dai fascisti e si scontrarono con una colonna di tedeschi che si ritirava verso nord. Nello scontro avvenuto presso i bastioni di Porta Vecchia caddero sei partigiani. Solo il giorno dopo le truppe alleate entrarono nella città già liberata, come accadde in molte città in quel periodo fino alla liberazione nazionale il 25 aprile 1945.

La commemorazione della Liberazione di Grosseto è avvenuta in passato con periodicità molto più lunghe, di solito ogni 10 anni. Nella crisi economica, sociale, politica e morale, che stiamo vivendo, diventa centrale l’attualità della difesa della Costituzione, nata dalla Resistenza, e dei valori in essa contenuti di democrazia, libertà, eugualianza, giustizia sociale e difesa della dignità del lavoro, come fondamento della Repubblica, e spinge a ricordare la data del 16 giugno con maggiore urgenza del passato.

La giornata sarà festeggiata nella sede del consiglio comunale sabato 16 giugno a partire dalle ore 10 con i saluti delle autorità: il sindaco Emilio Bonifazi, il presidente del Consiglio Comunale Paolo Lecci, il presidente provinciale dell’ANPI, Nello Bracalari. Seguiranno alcune relazioni tese a ricostruire la storia di quella Liberazione a cura della Prof.ssa Luciana Rocchi, direttrice dell’Istituto Storico Grossetano della Resistenza e dell’Età Contemporanea e del ricercatore della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Simone Duranti. Saranno anche lette alcune testimonianze di esponenti dell’Antifascismo e della Resistenza grossetana (Tullio Mazzoncini, Aristeo Banchi e Don Omero Mugnaini).

I gruppi consiliari e la cittadinanza sono invitati a partecipare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...