E’ morta la partigiana Anita Malavasi ”Laila”

La partigiana Anita Malavasi, Laila, ci ha lasciato questa notte.

La forza e la passione intatte dei suoi splendidi novant’ anni da poco festeggiati ci davano l’illusione che il momento sarebbe stato più lontano. Da tempo ci accompagnava, presente sempre nei momenti più importanti, indicandoci anche con la sua franchezza e schiettezza, quasi come un testamento ma sereno, la strada più netta e onesta da seguire, le strategie di lotta, le relazioni feconde da attivare, affinchè la Resistenza sia una traccia definitiva di vita, specie per le nuove generazioni .

Ciao Laila, ti salutiamo con un sorriso, come vorresti tu, ma con la tua memoria feconda nel cuore.

Fiorella ferrarini

Anpi di Reggio Emilia

Annita Malavasi ( Laila) ha partecipato giovanissima alla Resistenza come staffetta nei Gruppi di difesa della Donna e come partigiana combattente nella 144.ma Brigata Garibaldi, da cui per le capacità dimostrate e le rischiose azioni portate a termine, viene congedata con il grado di sergente maggiore .

Con la riconquistata libertà è stata eletta per dieci anni, dal 1960 al 1970, Consigliere Comunale del Comune di Reggio Emilia e si è dedicata alla ricostruzione del sindacato, la CGIL, tra le lavoratrici della città e della provincia, dedicando tutte le sue energie a far maturare nelle donne lavoratrici delle fabbriche reggiane e nelle lavoranti a domicilio la coscienza dei propri diritti e della propria dignità, garantiti dalla Costituzione. Ha promosso e sostenuto nella nostra città e in provincia storiche lotte per la difesa e lo sviluppo dell’occupazione femminile, per la parità salariale tra uomini e donne, per la tutela delle lavoratrici madri, e per il riconoscimento dei diritti delle lavoranti a domicilio.

E’ diventata poi Responsabile della Commissione femminile Provinciale della CGIL, Segretaria del Sindacato tessile e abbigliamento, poi componente della Segreteria provinciale della Federbraccianti e Federmezzadri.

Ha fatto parte della Segreteria Provinciale e del Consiglio nazionale dell’ ANPI

ed è stata attivamente impegnata nel Coordinamento femminile dell’ANPI stessa.

Per anni attraverso l’ANPI e ISTORECO si è dedicata generosamente a portare nella scuole e sul territorio la testimonianza delle esperienze vissute, a trasmettere ai più giovani la memoria storica del ruolo svolto dalle donne nella conquista e nello sviluppo della democrazia ed a promuovere i valori della nostra Costituzione .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...