aderite!!

Gli appelli di Articolo 21
CONTRO L’ABOLIZIONE DEL 25 APRILE, DEL 2 GIUGNO E DEL PRIMO MAGGIO
La sezione cagliaritana di Articolo 21 lancia un appello, d’intesa con la dirigenza nazionale, di pieno sostegno all’iniziativa voluta dall’Anpi – l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – contro l’abolizione delle feste del 25 Aprile, del 2 Giugno e del Primo Maggio. Il progetto, se approvato, non solo non avrebbe alcuna significativa ricaduta economica, ma porterebbe con sé l’inequivocabile segnale della volontà del Governo e della sua maggioranza di voler cancellare gloriose pagine della storia combattuta dagli italiani per riconquistare la libertà cancellata dal Fascismo, per darsi una struttura statuale libera e democratica, per costruire sul lavoro il proprio presente e il futuro delle giovani generazioni.

http://www.articolo21.org/96/appello/contro-labolizione-del-5-aprile-del-2-giugno-e.html

 

Annunci

Un pensiero su &Idquo;aderite!!

  1. NO alla proposta di soppressione delle festività 25 aprile – 1 maggio – 2 giugno.

    “Ma il fascismo è ancora un altra cosa: è lo scetticismo di larghi strati della popolazione circa la propria attitudine a decidere in modo autonomo il loro destino collettivo, è l’annosa consuetudine ad attendere che tutte le decisioni vengano dall’alto, è l’acquiescenza, la sopportazione, è nell’attesa il piccolo e mediocre opportunismo, il lasciare correre sulle piccole ingiustizie sulle quali poi si edificano le ingiustizie più grandi e radicali, è in una parola l’inerzia politica e la sfiducia nelle libertà che non è un dono ma si conquista e si difende in ogni ora della vita. Questo nemico, questo aspetto del fascismo è più pericoloso ancora dei precedenti perché si annida dentro di noi e non è riconoscibile sensibilmente e minaccia perpetuamente di pregiudicare anche le più ardite e conseguenti conquiste rivoluzionarie. Ma anche contro questo nemico i partiti antifascisti sono i soli qualificati a lottare con successo: la loro tradizione di un’attività instancabile, sorretta da un potente idealismo morale, li ha sempre portati ad approfondire i problemi politici, oltre le formalità istituzionali, nell’intimo delle coscienze, a mediare la prassi politica coll’attività pedagogica, a puntare essenzialmente sull’autonomia, così dell’individuo come del gruppo. Se ieri l’ambito della loro attività era forzatamente ristretto, oggi le circostanze sono più favorevoli, più lo saranno domani: se i partiti antifascisti non tradiranno la loro missione di libertà, il successo anche in questo campo non mancherà.

    – Quaderni dell’Italia libera. N’3, 1 Ottobre 1943. Vittorio Foa.”.

    Trovando attualissimo il pensiero di Foa, ed essendo sicuri che il fascismo ancora vive… Chiediamo a tutte le Istituzioni a noi vicine, ai partiti, ai sindacati, ai movimenti, alle associazioni, a tutti i cittadini che credono nella Costituzione e nelle sue profonde radici che arrivano dalla Resistenza, di urlare con noi. “Non Toccate il 25 Aprile”. No a un simile disegno di legge che oltraggia il sacrificio di migliaia di donne e uomini che lottarono per un’Italia e un mondo migliore. Se tale obbrobrio dovesse malauguratamente diventare legge di Stato, noi scenderemo sulle strade della nostra città a urlare la nostra rabbia, perché ancora crediamo nell’onestà del lavoro, nella memoria e nelle idee mai morte di libertà, eguaglianza e giustizia che quelle giornate fortemente propongono, rinnovano ed attualizzano e che sono base civile della STORIA della nostra Patria.

    Ivano Tajetti. ANPI Barona. Milano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...