TUTTI AL VOTO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Annunci

9 Pensieri su &Idquo;TUTTI AL VOTO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  1. Referendum popolari del 12 e 13 giugno

    I cittadini italiani sono chiamati ad esprimersi su acqua, energia nucleare e giustizia.
    Apertura straordinaria degli Uffici comunali di via Saffi e di via Unione Sovietica per il rilascio delle tessere elettorali.

    Domenica 12 e lunedì 13 giugno si tengono i referendum popolari. I cittadini italiani sono chiamati ad esprimersi su quattro diversi quesiti inerenti le tematiche dell’acqua, dell’energia nucleare e della giustizia. Si vota domenica 12 giugno dalle 8 alle 22 e lunedì 13 dalle 17 alle 15. All’elettore saranno consegnate quattro schede di colore diverso: una scheda di colore rosso (referendum popolare n. 1), una di colore giallo (n. 2), una di colore grigio (n. 3) ed una di colore verde (n. 4).

    Su ogni scheda vengono riportati il numero del referendum nonché la rispettiva denominazione e il quesito così come approvato dall’Ufficio Centrale per il referendum presso la Corte Suprema di Cassazione. Ciascun elettore ha diritto di esprimere il voto tracciando un segno sul riquadro corrispondente alla risposta da lui prescelta (SI o NO). Votando SI, il cittadino esprime la volontà di cancellare le norme sottoposte a referendum; votando NO esprime la volontà di mantenere in vigore le norme sottoposte a referendum.

    È possibile ritirare, e quindi votare, anche solo la scheda per uno o per alcuni dei quesiti referendari. Affinché il referendum sia valido, deve recarsi alle urne il 50% più uno degli aventi diritti al voto.

    Per poter esercitare il diritto di voto gli elettori devono presentarsi nella propria sezione elettorale muniti di documento e tessera elettorale personale. Per questo l’ufficio elettorale del Comune effettuerà un’apertura straordinaria per agevolare i cittadini per il rilascio dei duplicati delle tessere elettorali. L’ufficio, in via Saffi 17, sarà aperto sabato 11 giugno dalle 9 alle 19, domenica 12 giugno dalle 8 alle 22 e lunedì 13 giugno dalle 7 alle 15. Negli stessi giorni e orari sono aperti anche gli uffici demografici di via Unione Sovietica, 44.

    Le operazioni di scrutinio avranno inizio lunedì 13 giugno subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti per ciascun referendum. Tutti i risultati elettorali e i dati relativi all’affluenza alle urne saranno consultabili in tempo reale sul sito: http://www.comune.grosseto.it

    Referendum popolare n. 1: Scheda di colore rosso – Modalità e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica: Abrogazione. Il quesito prevede l’abrogazione di norme che attualmente consentono di affidare la gestione dei servizi pubblici locali a operatori economici privati;

    Referendum popolare n. 2: Scheda di colore giallo – Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito: Abrogazione parziale di norme. Il quesito propone l’abrogazione delle norme che stabiliscono la determinazione della tariffa per l’erogazione dell’acqua, il cui importo prevede attualmente anche la remunerazione del capitale investito dal gestore;

    Referendum popolare n. 3: Scheda di colore grigio – Abrogazione dei commi 1 e 8 dell’articolo 5 del dl 31 marzo 2011 n.34, convertito con modificazioni dalla legge 26 maggio 2011, n.75: Abrogazione parziale di norme. Il quesito propone l’abrogazione delle nuove norme che consentono la produzione nel territorio nazionale di energia elettrica nucleare;

    Referendum popolare n. 4: Scheda di colore verde – Abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale. Il quesito propone l’abrogazione di norme in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale.

  2. riceviamo da Aldo:
    ATTENZIONE !!!

    Non è uno scherzo:

    Inoltratela a tutti i vostri contatti e ANDATE a VOTARE

    vedrete che il 12 e il 13 Giugno succederà qualcosa !!!.

    Se non ci credete leggete queste testimonianze:

    Terzilia M. della Stazione di Scarlino (GR), ricevette questa mail, ma si dimenticò di inoltrarla e andò in vacanza.

    Quando tornò avevano costruito una centrale nucleare nel suo orto, lì a Casetta Citerni dove c’è Mondo Convenienza …

    Allora si ricordò dell’avvertimento e si precipitò a inviare questa e-mail a tutti i suoi contatti:

    due giorni dopo smantellarono la centrale, ma ancora oggi coltiva pomodori fosforescenti … !

    Beppe S., noto Rasta del Cafaggio (tra Riotorto e Venturina) , ricevette questa mail, ma siccome non ci credeva non la inoltrò e non andò neanche a votare.

    Il giorno dopo gli arrivò una bolletta dell’acqua di 3.000 euro e siccome non poteva pagarla, non riuscì più a farsi uno shampoo e gli caddero tutti i capelli ! Non poté più a mandarla ai suoi contatti perchè ormai l’aveva cestinata, così ora campa facendo la controfigura di Bisio, Galliani e Minzolini … !

    Il vescovo di Grosseto e Roselle, Giacomo B., ricevette questa e-mail ma dichiarò che, non solo non la avrebbe inoltrata, ma che sarebbero andati all’inferno tutti coloro che fossero andati a votare ai referendum !

    Il giorno dopo gliene successero di tutti i colori !!! Gli arrivarono decenni di ICI evase sulle proprietà della Chiesa nella sua diocesi, concessero anche ad atei & agnostici la destinazione del suo 8 per mille, il suo assistente fu incriminato per pedofilia, i compagni maremmani gli dissero ”E che cazzo … un po’ per uno …” e gli espropriarono una chiesa per ogni comune e/o frazione adibendole a Centri Sociali, Case del Popolo, teatri, biblioteche, ospedali, musei, sale prove e laboratori per artisti, atei e non …

    Silvio Mer … scusate … Silvio Ber., di Arcore, ricevette questa mail e, per partito preso, decise di non inoltrarla.

    Perse le amministrative in molti capoluoghi e il camion che trasportava la sua scorta personale di Viagra e le iniezioni di silicone si rovesciò sulla A4 all’altezza di Bergamo…!!!

    ALLORA … OCCHIO ! ….NON FERMATE QUESTA CATENA !

    ANDATE A VOTARE !

    Qualunque sia la vostra idea non perdete l’occasione di esprimerla.

    BUON QUORUM, COMPAGNE & COMPAGNI !!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...